Le Fate Giardiniere… ora Pasticcione

Campi Flegrei n7: le solfatare

I Campi Flegrei, il cui nome viene dal greco flègo che significa brucio, sono una vasta zona situata a nord-est di Napoli. L’area è una grande caldera con una superficie di 12 ai 15 km, si tratta di un super vulcano adesso tranquillo. Nei Campi Flegrei ci sono numerosi crateri e piccoli vulcani. Alcuni emettono del gas: l’odore di zolfo nell’area della solfatara è piuttosto forte; in questa area sono visibili diversi depositi di origine vulcanica importanti come il tufo grigio campano o il tufo giallo napoletano.

Lo zolfo è un elemento chimico tossico, non è un metallo e nella tavola periodica è visibile con una s. Le grandi quantità bruciate di carbone dall’industria e dalle centrali elettriche immettono ogni giorno nell’atmosfera molto biossido di zolfo, che reagisce con l’ossigeno e il vapore acqueo nell’aria per formare acido solforico. Questo acido forte ricade a terra con le precipitazioni dando luogo alle famose piogge acide che acidificano i terreni e le risorse idriche causando gravi danni all’ambiente naturale di molte regioni industrializzate. Nel 2003 la legge regionale della Campania istituì il parco regionale dei Campi Flegrei.

Alessandro e Francesco

IMG_20160410_113558

Alessandro e Francesco

IMG_4867

Monica

IMG_20160410_120747

IMG_20160410_113921 IMG_20160410_121937

IMG_20160410_121656

Lascia un commento

Translate »