Le Fate Giardiniere… ora Pasticcione

Coronavirus 15: caro diario….

Caro Diario,

sono stanca di dover stare a casa.

Ieri, finalmente, sono uscita e ho visto i miei nonni. anche se avevo la mascherina, ero super felice ed emozionata. Non vedevo i miei nonni da tre mesi ed ero molto dispiaciuta perchè non potevo vedere anche gli zii, ma quel giorno sono andata a fare una passeggiata con tutti. E’ stato divertente giocare con il loro cagnolino lucky e, soprattutto, rivedere i nonni.

Mi mancano tantissimo i miei compagni di classe. Con loro sono sempre allegra e tranquilla e mi piacerebbe tantissimo giocare, saltare e divertirmi con loro. Vorrei tanto rivedere presto anche la mia cuginetta Mariasole che tra pochi giorni compirà 5 anni.

La prossima volta spero di raccontarti bellissime cose. Ciao ciao

Arianna 

P.S. Speriamo di ritornare a scuola.

Caro Diario,

oggi sono andato in spiaggia con la mia famiglia. Ho fatto il bagno: l’acqua era gelata e trasparente, ho fatto i tuffi e mi sono rilassato. Ad un certo punto, però, sono arrivati i poliziotti e ci hanno detto che non si poteva stare sdraiati sul bagnasciuga. Io sono contro questo rimprovero perchè basta solo mettere l’asciugamano a distanza di almeno un metro dagli altri. Devo raccontarti, anche se non lo faccio vedere ai miei genitori, che sono un po’ triste per tutto quello che sta succedendo nel mondo. Tornerò presto a raccontarti altre avventure.

Ciao Francesco

Caro Diario,

da oggi ti descriverò le mie giornate, man mano che passa il tempo, in modo che quando sarò grande potrò rivivere, attraverso questo diario, alcuni giorni del mio passato.

Tutte le persone, finalmente, posso uscire e vedersi con gli amici, ma sempre a distanza e con le mascherine. Pare che il covid 19 stia passando, ma è meglio continuare ad essere prudenti.

Oggi ti racconto la giornata del compleanno del mio papà, festeggiato a casa. mi sono svegliata, ho fatto gli auguri a papà che compie 49 anni (sta diventando vecchio!). Gli ho dato il regalo: abbiamo adottato a distanza un alveare di api per un anno ed esse ci offriranno due kg di miele. il papà è stato contentissimo. Ho fatto i compiti, poi dopo pranzo, ho mangiato la meringata: era buonissima!!! Ne abbiamo mangiata metà, le fette erano davvero grandi! Dopo mangiato ho seguito la video lezione e, appena finita, siamo andati a dare un saluto veloce ai nonni, poi siamo andati a fare la spesa, ma nel negozio è entrata solo la mamma. Papà ha proposto di fare aperitivo con i futuri sposi Silvia e Francesco, è anche arrivata Giulia con sua nipote Camilla. L’aperitivo l’abbiamo fatto a distanza e poi con Sofi e Camilla abbiamo giocato a carte. Infine siamo ritornati a casa e la mia giornata, carissimo Diario, è finita qui.

Ci rivedremo alla prossima giornata in cui scriverò, tua

Irene

Caro Diario,

sono molto triste perchè mi mancano i miei compagni e le maestre e anche perchè la mia mamma è tornata a lavorare. In realtà sono anche felice perchè si può uscire di più e così si può anche andare in spiaggia o fare passeggiate più lunghe.

Va beh, ti parlo un po’ di me: domenica sono andata a fare il bagno con mio papà, mio zio e il cane di mio zio che si chiama Solly. Dopo siamo tornati a casa ed ero stanca morta. La sera mi sono subito addormentata.

Non vedo l’ora di scriverti ancora, ciao ciao

Isabel

Caro Diario,

ieri sono andato per la prima volta dal dentista. Per arrivare là, ho preso il bus da casa mia fino al centro, poi il vaporetto fino all’ospedale. Dall’ospedale abbiamo fatto diversi ponti. Quando siamo arrivati, aspettando in sala d’attesa, avevo tanta paura. Dopo poco tempo è arrivata un’infermiera che mi ha portato in una stanza strana dove c’era una macchina ancora più strana che mi ha fatto una foto ai denti. Caro Diario, quando il dottore che mi ha avvisato che avevo due carie, ho preso tanta tanta paura. Vedere poi un ago per farmi l’anestesia e un trapano per pulire i denti cariati, mi ha tolto il respiro. Però, una volta che l’anestesia ha fatto effetto (ovviamente avevo chiuso gli occhi), non ho sentito nulla. Quando sono uscito dallo studio, ero così felice come non lo ero mai stato nella mia vita! A presto

Luca

 

 

Lascia un commento

Translate »