Le Fate Giardiniere… ora Pasticcione

Descrivo la “Primavera” del Botticelli

Primavera – Botticelli da Google

Io vedo il vento Zefiro che porta via la Ninfa, ma lei non lo vuole come sposo, ma è troppo tardi e lei si sta trasformando in una fata di nome Flora, è la fata dei fiori ed è bellissima.

C’è anche una dea di nome Venere che ripete sempre: “Io sono la più bella” ed è vero, infatti è molto vanitosa e indossa un velo come abito e un drappo rosso e verde.

Si vedono delle fanciulle che sono le tre Grazie, ballano insieme con dei veli trasparenti e delle decorazioni d’oro.

Poi, l’ultimo personaggio è Mercurio che manda via le nuvole: “Via, ora è Primavera.

A me è piaciuto vedere gli alberi di arance, ho sentito il profumo delle arance dolci e il cinguettio. Ho ammirato i fiori profumati e, quando camminavo, sentivo la terra che mi accarezzava i piedi.

Arianna 

Lascia un commento

Translate »