Le Fate Giardiniere… ora Pasticcione

Giornate veramente speciali

Sabato 26 Settembre e Domenica 27 Settembre, siamo andati a Milano e all’EXPO come gita di classe. L’EXPO è un luogo basato sulla nutrizione del pianeta. Ero così emozionata, nei preparativi, che ho fatto il conto alla rovescia ansiosamente.

Il giorno della partenza ero felicissima e dopo aver letto una guida apposita ho immaginato già tutto quello che avremmo potuto vedere.

Arrivati alla stazione siamo saliti sul treno e abbiamo viaggiato per tre ore.

20150926_110738

Appena arrivati ci siamo diretti verso il Padiglione Italia, luogo della premiazione. Lì, in una sala di morbidi cuscini…

IMG-20150929-WA0022

è stato proiettato il nostro film, Mission (im)possible, vincitore di concorso ed un altro sempre da noi realizzato con la maestra Caterina: “Sprechi da incubo”.

20150926_132857

La parte che mi ha emozionata di più è stato l’essere intervistati da “Dire giovani”.

IMG-20150926-WA0004

Dopo di ciò volevamo visitare il Padiglione Italia ma ci è stato detto che avremmo dovuto fare la coda allora siamo andati a visitare il Padiglione dell’Unione Europea dove ci è stato mostrato un cartone animato dal titolo “La spiga d’oro” questo era in 4D con effetti speciali quali l’odore del pane, la vibrazione per il tuono, la luce e le goccioline d’acqua per la pioggia.

1

20150926_143651

Poi ci siamo incamminati verso il Padiglione Zero.

20150926_160405

Durante questo lungo percorso ne abbiamo approfittato per visitare il Padiglione della Spagna. Qui non siamo riusciti a guardare con attenzione quello che ci circondava perché il fiume di persone ci spingeva avanti. Proprio per questo motivo i cappellini gialli, noti anche come “limoni”, ci sono stati molto utili per non perderci. Vi starete chiedendo perché non ci abbiamo messo tanto per entrare nei padiglioni, vero? Il motivo era questo: noi eravamo una scolaresca.

20150926_140204

Finalmente, arrivati alla meta, siamo entrati in una sala, piena di cassetti, dove erano raccolte le informazioni sul cibo nel mondo. Nella stanza successiva, uno schermo gigante occupava tutta la parete e un albero enorme usciva addirittura dal tetto del padiglione. Poi c’era una stanza con tutti i semi esistenti senza, però, gli utili cartellini per identificarli. Infine delle statue bianche rappresentanti animali, occupavano due stanze intere.

20150926_153854 P1060894 P1060895

 

P1060892

Nel tardo pomeriggio, stanchi morti, ci siamo diretti al “Kinder + Sport” dove abbiamo potuto divertirci….

IMG_9861

 

 

 

P1060901

 

 

P1060898

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IMG_9875

P1060904

 

IMG-20150929-WA0017

 

Alla fine siamo andati a mangiare al McDonald’s che si trova vicino al Padiglione del Qatar (che non so bene come si scriva). Purtroppo il “Children Park” era chiuso, ma con grande gioia di noi bambini, al McDonald’s si poteva giocare a “Fruit Ninja” un gioco dove si affetta la frutta.

 

IMG-20150929-WA0021

IMG_9916

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ stata una gita davvero bella, anche se stancante! Peccato che all’EXPO ci fosse troppa gente e poche informazioni, anche se era molto scenografico: un esempio è l’Albero della Vita, al centro del sito espositivo, un vero spettacolo che si ripete ogni ora con i suoi fiori finti che sembrano sbocciare, mentre di notte le luci illuminano gli spruzzi d’acqua.

IMG_9935

Il giorno seguente, dopo esserci riposati ed aver fatto un’ottima colazione

IMG_9960

siamo andati a visitare Milano.

20150927_103035

Subito siamo andati a vedere il Duomo, con il suo stile antico gotico- lombardo.

20150927_105508

Non potevamo però visitarlo all’interno per via delle Messe. Sopra al Duomo c’era la statua della Madonna Nascente, chiamata dai milanesi “Madunina” e simile alla ben più recente Statua della Libertà in America.

CIMG8833

Dopo abbiamo attraversato la galleria dedicata a Vittorio Emanuele.

20150927_112052

All’interno magnifici mosaici impreziosivano le pareti e il pavimento. Su quest’ultimo erano disegnatoi un toro che porta fortuna e il simbolo di Roma: la lupa che allatta Romolo e Remo, i fondatori di Roma, appunto.

20150927_112725

1

 

 

 

 

Attraversata la Galleria, siamo arrivati in una piazza in cui si trovava una statua dedicata a Leonardo Da Vinci e dove si affacciava il Teatro della Scala. Questo un tempo era una chiesa che fu demolita per ordine della Regina d’Austria per far posto al Teatro.

20150927_114055

Siamo andati dunque al Castello Sforzesco. Durante il percorso abbiamo incontrato diversi artisti perché era la settimana degli artisti di strada. Tra questi c’era un signore che tagliava le carote a forma di uccello.

IMG_0067

Per pranzare ci siamo seduti nel Parco Sempione e mi raccomando non “del” Sempione perché questo si trova da tutta un’altra parte.

IMG_0113 IMG-20150929-WA0024

 

 

 

 

 

 

Infine, dopo aver mangiato un gelato della Venchi, siamo andati verso la stazione e siamo tornati a casa.

IMG-20150927-WA0021

 

 

IMG-20150927-WA0018

 

 

 

 

 

 

 

Ecco i nostri genitori in treno:……chi mangia cioccolata e biscotti…

20150927_17264820150927_172812

 

 

 

 

 

 

 

……e chi fa conti…..

20150927_170458

Quale delle due maestre è decisamente crollata?

IMG-20150929-WA0013

Un pensiero su “Giornate veramente speciali

Lascia un commento

Translate »