Le Fate Giardiniere… ora Pasticcione

Gita a Pompei 6: la villa dei misteri

IMG_20160409_173006

Giulia, Teresa, Camilla

La Villa dei Misteri è un esempio di villa suburbana, appena fuori della città di Pompei. La sua caratteristica è di unire una parte residenziale lussuosa a una destinata alla produzione agricola.

Gli scavi avvennero nella prima metà del ‘900 e quello che colpì gli archeologi fu il ciclo pittorico ritrovato nella Sala del Triclinio.

Tra il 2013 e il 2015 sono stati fatti importanti interventi di restauro e consolidamento degli edifici e degli affreschi.

Al momento dell’eruzione la parte residenziale della villa probabilmente non era abitata perché in restauro, mentre era abitata quella produttiva dove sono stati ritrovati numerosi corpi del personale di servizio e di schiavi.

IMG_20160409_172741

L’origine della villa risale al II secolo a.C. e subì nel corso degli anni ampliamenti e rifacimenti. Dopo il terremoto del 62 d.C. fu utilizzata soprattutto per attività produttive. Gli ultimi proprietari noti erano della famiglia degli Istacidi.

La struttura della villa è un grande quadrilatero e ai lati dell’ingresso si trovano pastificio, forno, cucine, deposito dei vini e attrezzi per la produzione vinicola. Dall’ingresso, attraverso un piccolo locale si arriva al peristilio e all’abitazione signorile con le imponenti sale, la veranda sul mare, i giardini pensili e l’impianto termale. Ai lati si trovano i cubicoli e la sala del triclinio con portici di disimpegno tra le stanze.

IMG_20160409_173056

IMG_20160409_174158

Le decorazioni sono del secondo, terzo e quarto stile. Quella del triclinio è del secondo e rappresenta il mito e il culto di Dioniso. La raffigurazione occupa tutte le pareti della stanza con figure a grandezza naturale e risale alla metà del I secolo a.C.. L’interpretazione dei dipinti non è ancora del tutto chiara, ma sembrerebbe che rappresentassero le varie fasi dell’iniziazione di una fanciulla ai culti misterici di Dioniso. Probabilmente la proprietaria della villa era una sacerdotessa di Dioniso.

IMG_20160409_173646

I riti dionisiaci, collegati alla vendemmia, erano associati all’ebbrezza del vino, alla musica e alla danza grazie a cui i partecipanti raggiungevano stati di trance.

1

Giulia, Camilla, Teresa

IMG_20160409_172327 IMG_20160409_172429

IMG_20160409_180157

Lascia un commento

Translate »