Le Fate Giardiniere…ora Pasticcione

H LA FATINA DISPETTOSA

Da un po’ di tempo l’uccellino Cicì canta allegramente per salutare il nuovo giorno: -Ci-ci-ri-cì, ci-ci-ri-cì!
Piano piano si svegliano tutti gli animali della fattoria: il cavallo, il ciuco, la mucca Gelsomina, l’ochetta Titina e il gatto Fifì. 
LUDOVICA
Nell’aia, lì vicina, intanto le galline cominciano a cercare i bruchini per i pulcini appena nati.
AGNESE
CAMILLA
Ma il gallo Egisto che fine ha fatto? 
Perchè non canta più ad ogni alba come un tempo? 
Ebbene sì, era passata di là H, la fatina muta dispettosa, che aveva tolto la sua sorellina al “chicchirichì” del povero gallo. 
Egisto aveva provato a cantare, ma dalla sua gola era uscito solo un timido “cicciricì”, proprio come l’uccellino, se ne vergognava troppo e preferiva non cantare più. 
TERESA
Tutti gli animali, allora, decidono di andare a cercare H così le chiedono di restituire il giusto canto al gallo. 

ANNA
La fatina è dispettosa, ma buona e li accontenta subito. 
Ora il gallo ogni mattina saluta il giorno con il suo bel “chicchirichì” e gli risponde allegro l’uccellino con “ci-ci-ri-cì”

GIADA

 (….e ora si legge in stampatello minuscolo!)

4 pensieri su “H LA FATINA DISPETTOSA

  1. alcriscam

    BELLA LA STORIA E BELLI I DISEGNI.

    Di questo passo, per la fine dell'anno, I FOLLETTI DELLA I C potrebbero essere in grado di scrivere ed illustrare un libretto di racconti interamente creato da loro, con l'aiuto delle bravissime FATE GIARDINIERE.

Lascia un commento

Translate »