Le Fate Giardiniere…ora Pasticcione

I folletti ammalati

Bollettino medico del 6/03/13:
– presenti 5
ancora tosse e gran soffiate di naso

I 5 presenti hanno scritto queste due storie:


C’era una volta, in una foresta, un piccolo villaggio abitato da folletti.
Il loro villaggio era circondato da piante carnivore che difendevano tutti gli abitanti e, per essere ben protetta, in caso di estremo pericolo la foresta poteva anche volare.
Quando il tempo era bello, i folletti seguivano un corso di magia all’aperto. In caso di maltempo giocavano in un capannone tutti assieme.
Di sera si riunivano attorno al fuoco e si raccontavano barzellette per ridere felici.
Il bello dura poco!
Un giorno arrivò lo stregone che, con un incantesimo, fece ammalare i folletti. Invidioso, infatti, voleva eliminarli per impossessarsi del fantastico villaggio.
Da quel giorno non ci fu più notizia della foresta volante: i poveri folletti ammalati, infatti, non uscivano più di casa.
Il folletto più anziano disse:
– Io so chi può sconfiggere lo stregone: è Gim il folletto alato.
Il giorno dopo chiamarono Gim e gli chiesero di liberarli dal sortilegio.
Gim acconsentì.
Di notte Gim volò con le sue potenti ali sulla foresta. Trovò la torre della paura, nascondiglio dello stregone, vi si intrufolò e congelò il cattivo con il suo ghiaccio: l’incantesimo svanì e il villaggio fu finalmente libero.
Ci fu una cerimonia per festeggiare Gim eanche con una gran ricompensa.
Da quel giorno vissero tutti felici e contenti.
Alla prossima!
Tommaso e Leonardo


C’erano una volta dei folletti felici di vivere nella loro bella fattoria aiutando il contadino nel suo pesante lavoro.
Al mattino coltivavano i campi di grano o l’orticello di casa, nel pomeriggio giocavano con i cavalli e cantavano con gli uccellini, alla sera ballavano vicino al fuoco, poi andavano a letto stanchi, ma felici.
Nella fattoria c’era sempre tanta confusione perchè i cavalli scalpitavano, i cani inseguivano le oche….mentre il gallo cantava a squarciagola.
Ma, un brutto giorno, arrivò il maiale con la sua disgustosa pozione verde e intossicò tutti i folletti perchè voleva appropiarsi della fattoria.
Per colpa del malefico maiale furono avvelenati anche gli animali.
Quando il contadino si accorse di tutto quello che aveva fatto il maiale, prese l’animale e….. cucinò un buon arrosto.
Il contadino curò pazientemente i folletti e gli animali.
I folletti ringraziarono il contadino con un bel regalo: un vasetto di squisito miele da “papparsi” al mattino con il latte della mucca Peppa.
Da allora vissero per sempre felici e contenti.
Teresa Rebecca Francesca




5 pensieri su “I folletti ammalati

Lascia un commento

Translate »