Le Fate Giardiniere… ora Pasticcione

Roberto, il giocattolaio

 

Sabato 5 aprile la nostra classe e la II C sono state invitate a partecipare ad un laboratorio organizzato dall‘associazione pedagogica Pan di Zenzero. Si tratta di un gruppo di famiglie impegnate a sostenere e gestire l’asilo Steineriano che ci ha ospitati per questa nuova esperienza. Abbiamo così conosciuto il giocattolaio Roberto Papetti.

Ecco il punto di vista di Ludovica:

il giardino

il giardino

Sabato 5 siamo andati a Sant’Alvise con il vaporetto.

Arrivati all’asilo, siamo entrati in una stanza con il pavimento in legno, per questo motivo abbiamo tolto le scarpe. Lì ci aspettava il giocattolaio Roberto che ci ha fatto vedere alcuni giocattoli costruiti da lui.

Roberto legge i pensieri

Roberto legge i pensieri

I giochi che mi hanno emozionato sono stati il merlo, il gioco dello spago, un gioco di tanti anni fa, una trottola e un cagnolino.

 

 

Il giocattolo  che mi è piaciuto di più è stato il merlo costruito con una bottiglia di plastica, completo di ali, zampe, becco, occhi e coda di stoffa; abbiamo cantato una canzoncina sul merlo che andava via via perdendo tutte le sue parti.

il merlo ha perso il becco....

il merlo ha perso il becco….

Usciti da quella stanza, siamo andati a fare un laboratorio dove abbiamo costruito un canestrino e una coda di volpe.

P1040213

Per fare il canestrino abbiamo preso una bottiglia tagliata, con il tappo, e l’abbiamo decorata, abbiamo costruito una pallina di giornale che abbiamo attaccato allo spago collegato al tappo.

P1040218Per la coda di volpe abbiamo preso lo spago che è stato fissato ad un’altra pallina di giornale abbellita da alcune strisce di carta crespa colorata, ed ecco qua la coda di volpe, così è finito il nostro laboratorio.

Alla fermata del vaporetto abbiamo fatto la merenda, quindi siamo tornati al Lido.

Questa giornata mi è piaciuta molto.

 

 

P1040208 P1040212 P1040214 P1040216 P1040217

Ludovica

 

Lascia un commento

Translate »