Le Fate Giardiniere… ora Pasticcione

Tema: ascolta … le statuine del presepe parlano tra loro

Nella gelida notte, sentii un lieve bisbiglio;chi fosse era proprio un mistero…

Poggiai il piede sul pavimento di pietra, un brivido mi percorse, dovevo farmi coraggio; tesi l’orecchio, niente, ci riprovai e udii come un battito d’ali di farfalla. Mi incuriosii ancora di più e questa curiosità mi spinse a fare un passo ancora; mi colò una goccia di sudore dalla fronte che mi regalava un po’ di calore per andare avanti e scoprire il magico mistero. Un flauto dolce suonò, un’arpa venne toccata da un’abile mano e udii un coro di voci angeliche intonare una dolce ninna nanna. Arrivai in salotto, oh, quella melodia era splendida, ma fu interrotta da un pianto. Vidi solo un grosso pino con mille palline argentate che riflettevano la luce della luna e delle sue figlie: le stelle. Poi mi accorsi del presepe,; il caro babbo Giuseppe con il bastone in mano, prese con cura il figliolo avvolto in fasce che si calmò. L’angelo Gabriele mi vide,un po’ impaurito e mi chiese con voce solenne -” Fai parte anche tu del presepe ? “.io risposi di no . Giuseppe, Maria, i pastori complottarono per molto; io ascoltai con attenzione: parlavano dei problemi del mondo, ahimè, ce n’erano molti, allora come ora. Vidi all’orizzonte tre figure sconosciute che avanzavano lente e solenni: i Re magi. In ginocchio poi, al cospetto del bambinello, donarono oro, incenso e mirra e a quel punto un soave coro d’angeli rallegrò la misera stalla. Le ciaramelle del Pascoli arrivarono con il loro dolce suono di chiesa che mi riaccompagnò al mio letto.

Anna T 

stella N

Inkscape Anna C.

2 pensieri su “Tema: ascolta … le statuine del presepe parlano tra loro

Lascia un commento

Translate »