Le Fate Giardiniere… ora Pasticcione

Tema: i miei amici

IMG-20150610-WA0002

Orfeo

IMG-20150610-WA0001

Hyblo

Un tempo stavo nella pancia di mia mamma, al calduccio, dove ero raggomitolato come un filo di lana. Un bel giorno uscii e vidi tante facce sorridenti, un po’ sfocate, come se avessi bisogno di mettermi gli occhiali. Uscito dalla sala parto, vidi un bambino della mia età, forse un pochino più grande.Lo guardai attentamente dalla testa ai piedi e lui  me; nella mia mente gli chiesi il suo nome e lui rispose “Orfeo”, io gli dissi il mio “Hyblo”. Eravamo già diventati grandi amici, stavamo sempre insieme.

Piano piano crescemmo fino ad arrivare al nido, lì ridevamo e giocavamo.

Passato questo periodo andammo alla scuola dell’infanzia dove conoscemmo un altro amico molto interessante con una pelle bella e scura, diventammo grandi amici. Anche con lui, che si chiama Leo, si stava bene; da quel giorno fummo chiamati “la banda Bassotti” per l’amicizia che ci rendeva inseparabili e per il coraggio che ci caratterizzava.

Alla scuola dell’infanzia Orfeo fu il primo bambino ad invitarmi a casa sua per giocare insieme e, da lì, ognuno di noi ha conquistato la fiducia dell’altro invitandoci, poi, a vicenda. Sempre alla scuola dell’infanzia trovammo splendidi compagni tra i quali due bambine divertenti e molto furbe: Chiara B e Teresa.

Adesso vi sto descrivendo questi amici, ma mi piacevano tutti, dopo tre anni eravamo pronti per affrontare la scuola primaria.

Oggi posso dire che, a mano a mano che il tempo trascorreva, tutti e tre siamo riusciti a vivere esperienze bellissime con la nostra super classe fino ad arrivare alla V. Ora pensiamo al prossimo anno: dovremo lasciare le nostre super maestre e noi stessi ci divideremo in scuole diverse. Dobbiamo accettare questo distacco, già lo sapevamo che saremmo arrivati a separarci, le nostre vie si dividono, ma ci incontreremo e rivedremo qui al Lido. Già progettiamo che un giorno viaggeremo assieme per il mondo….

Hyblo

P1050907

Leonardo, Hyblo, Orfeo

3 pensieri su “Tema: i miei amici

Lascia un commento

Translate »