Le Fate Giardiniere… ora Pasticcione

Yoga 1: il cielo delle meraviglie

Quel pomeriggio i nostri animaletti si annoiavano un po’. Il gatto, la tartaruga, lo scoiattolo, il serpente, la volpe, l’uccellino e anche Nina, la lepre da poco arrivata.

Il gufo saggio, allora, propose di fare “il saluto al sole” per ringraziarlo della bella giornata che aveva loro regalato e ricordò quanto fosse importante accontentarsi di quel che si possiede, gli occhi per guardare, le gambe per correre…ecco il segreto per essere felici!

Nina, allora, propose di giocare con i suoi nuovi doni portati dalla Befana: i birilli e i cerchietti, per lei era molto importante la condivisione con i nuovi amici.

Dopo le allegre gare, gli animali del bosco si impegnarono in due simpatiche danze: la Baonopstekker e la danza dell’orso. Ormai il sole cominciava a tramontare ed ecco spuntare le prime stelle luminose e la tenera luna. Il gufo promise a tutti una bella sorpresa… E così avvenne: un velo luminoso scese dal cielo e si posò sugli animaletti che, lì sotto, ben protetti, poterono esprimere i loro desideri di bontà e amicizia prima di addormentarsi….allora sognarono di volare tra le stelle, la luna e i pianeti fino a quando l’aurora boreale illuminò l’intero universo.

Anche se addormentati tutti sentirono il cuore battere, sentirono una felicità immensa che partiva dal loro cuore…e chi era arrabbiato, sentì una gran pace e gioia, diventando amichevole; chi stava un po’ male, si sentì perfetto, pieno di forza; chi di solito era poco generoso, sentì che poteva donare tutto ciò che possedeva; chi era birichino, diventò bravissimo; chi era agitato, si calmò.

Insomma, quel sonno magico sotto al velo colorato e luminoso, sceso dal cielo delle meraviglie, fece dei veri miracoli e tutti, al mattino, si svegliarono sorpresi, un po’ diversi, felici, tranquilli, bravi, e tornarono a casa a raccontare quella magia ai loro genitori.

Maestra Milena

immagine da Google

Lascia un commento

Translate »